Sulla presenza di Campylobacter termofili in colombi da carne