Il saggio esprime una valutazione critica dell'orientamento interpretativo, secondo cui il termine per l'impugnazione del licenziamento decorre dal pervenimento della comunicazione di preavviso, anche quando la stessa non sia produttiva di effetti per la sussistenza di una sospensione del rapporto determinata da malattia, infortunio ecc... Viene in particolare sottolineata la contraddizione fra l'inefficacia temporanea dell'atto e la sua asserita attitudine a determinare un effetto di onere di immediata impugnazione.

Preavviso e impugnazione del licenziamento

CENTOFANTI, Siro
1985

Abstract

Il saggio esprime una valutazione critica dell'orientamento interpretativo, secondo cui il termine per l'impugnazione del licenziamento decorre dal pervenimento della comunicazione di preavviso, anche quando la stessa non sia produttiva di effetti per la sussistenza di una sospensione del rapporto determinata da malattia, infortunio ecc... Viene in particolare sottolineata la contraddizione fra l'inefficacia temporanea dell'atto e la sua asserita attitudine a determinare un effetto di onere di immediata impugnazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11391/959185
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact