La colpevole innocenza del mondo. Ricordo di Albert Camus