Alcune valutazioni relative al calo di trasformazione nel tartufo e nei funghi epigei